LA VITA SOCIALE DI S.O.M.S

S.O.M.S Newsletter

in programma al teatro arlecchino: CINEMA ITALIANO


CINEMA ITALIANO: è ancora lo specchio del paese?

OGNI MESE NUOVE PROPOSTE DI QUALITÀ

Acquista il biglietto e guarda il film: da quando lo fai partire hai 48 ore per terminare di vederlo.

La data e l’orario segnalate sulla biglietteria elettronica al momento dell’acquisto sono informazioni di natura fiscale, e non vincolano la visione del film, che può essere visto sin da subito.

EST – Dittatura Last Minute Biglietto € 7,99     

Regia di Antonio Pisu, con Lodo Guenzi, Jacopo Costantini, Paolo Rossi Pisu, Matteo Gatta. Genere Commedia - Italia, 2020, durata 104′

Un road movie ambientato nel 1989 alla vigilia della caduta del muro, tratto da una storia vera.

Ottobre 1989. Pago, Bibi e Rice sono tre amici 24enni che da Cesena partono per una vacanza nell’Europa dell’Est. Il muro di Berlino crollerà un mese dopo, a seguire ci sarà la dissoluzione dell’Unione Sovietica, già ampiamente nell’aria: “Sta finendo tutto e noi ce lo stiamo perdendo”, pensano, e vogliono essere testimoni del loro tempo. A Budapest incontrano Emil, un uomo che è fuggito dalla Romania di Ceausescu e chiede ai ragazzi di consegnare una valigia alla sua famiglia a Bucarest. Non se ne parla, afferma Rece, che con la sua cinepresa filma il viaggio e si è portato dietro un carico di biancheria intima femminile da vendere “ai mercatini”. Sarà il mite Bibi ad infilare la valigia di Emil nel bagagliaio, dando il via ad un’avventura emozionante e pericolosa.

GUARDA IL TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=8hkqR-oZA4M

BASTARDI A MANO ARMATA Biglietto € 7,90  

Regia di Gabriele Albanesi con Fortunato Cerlino, Maria Fernanda Cândido, Marco Bocci, Peppino Mazzotta, Amanda Campana. Genere Thriller - Italia, 2021, durata 100′

Un criminale appena uscito dal carcere si reca in uno chalet di montagna per recuperare una ricca refurtiva e prendere in ostaggio i proprietari per impossessarsi del bottino.

Michele vive in uno chalet tra le montagne con la moglie Damiana e la figliastra Fiore, un’adolescente con cui ha una relazione piuttosto complicata. Una notte, Sergio irrompe nella loro abitazione prendendoli in ostaggio. Si trova lì per una missione particolare: deve recuperare per conto di Caligola il prezioso bottino di un furto di tempo prima.

Bastardi a mano armata, film diretto da Gabriele Albanesi, racconta la storia di Michele, un uomo benestante di mezza età e della sua famiglia composta da sua moglie Damiana e dalla figliastra adolescente Fiore. I tre vivono in un elegante e isolato chalet in montagna. Durante una notte, Sergio, un ex carcerato, uscito di prigione, fa irruzione a sorpresa nella loro abitazione e li tiene in ostaggio. L’uomo ha intenzione di recuperare per conto di Caligola, un ricco bottino relativo a un furto avvenuto anni prima.
Cosa succede quando la situazione rischia di degenerare?

GUARDA IL TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=r6FOMPyr1bY

CALIBRO 9 Biglietto € 7,90  

Regia di Toni D’Angelo. Un film con Marco Bocci, Ksenia Rappoport, Barbara Bouchet, Michele Placido, Alessio Boni. Cast completo Genere Azione - Italia, 2019, 102′

Un affresco impietoso sulla ndrangheta, fra le più influenti organizzazioni criminali al mondo.

Le ‘ndrine dei Corapi e degli Scarfò sono in guerra, e in mezzo a loro finisce l’avvocato penalista Piazza, che aveva ordinato ad una hacker di dirottare un trasferimento fondi da cento milioni rimbalzato attraverso mezzo mondo e si è visto soffiare sotto il naso il bottino dalla hacker stessa. Il bottino apparteneva alla ‘ndrangheta e si sa, “rubare alla mafia è un suicidio”: dunque Piazza è un uomo braccato a livello internazionale. A dargli una mano è Maia Corapi, che è stata la sua compagna molti anni prima, ed ora ha ricevuto l’incarico di proteggerlo. Intorno ai due si aggirano un commissario che “si è stancato di perdere” e un ex carcerato, Rocco Musco, che molto tempo prima ha ucciso l’assassino del padre di Piazza, Ugo.

Se la trama e certi nomi suonano familiari è perché Calibro 9 è il sequel di quel Milano calibro 9 che ha fatto epoca nel 1972.

GUARDA IL TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=nnvY_EJzMu8

SOLE Biglietto € 3,90  

Regia di Carlo Sironi, con Sandra Drzymalska, Claudio Segaluscio, Bruno Buzzi, Barbara Ronchi, Vitaliano Trevisan, Marco Felli. Genere Drammatico - Italia, 2019, durata 102′

Presentato al Festival di Venezia 2019, nella sezione Orizzonti, e vincitore del premio come miglior Rivelazione Europea del 2020 agli European Film Awards, arriva sugli schermi virtuali di #iorestoinSALA venerdì 12 febbraio SOLE, lungometraggio di debutto di Carlo Sironi.

Cosa significa diventare padre, diventare genitori? Cosa si prova a posare lo sguardo su una creatura appena nata di cui ti devi prendere cura, di cui ti senti responsabile? SOLE è – nelle parole del regista – il tentativo di rispondere a questa domanda.

Ermanno è un ragazzo che passa i suoi giorni fra slot machine e piccoli furti; Lena ha la sua stessa età, è appena arrivata dalla Polonia per vendere la bambina che porta in grembo e poter iniziare così una nuova vita. Ermanno deve fingere di essere il padre per permettere a suo zio e alla moglie, che non possono avere figli, di ottenere l’affidamento attraverso un’adozione tra parenti. Alla nascita di Sole, però, tutto cambia: mentre Lena cerca di negare il legame con sua figlia, Ermanno inizia a prendersene cura come se fosse il vero padre e tra i due ragazzi cresce un legame inatteso.

GUARDA IL TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=n3DxayMGjQU

GLASSBOY Biglietto € 7,90   

Regia di Samuele Rossi, con Andrea Arru, Giorgia Wurth, David Paryla, Loretta Goggi, Massimo De Lorenzo.   Genere Drammatico - Italia, 2020, durata 90′

UNA STORIA DELICATA CHE RIPORTA AL CENTRO DI UN FILM PER RAGAZZI IL GUSTO DELL’AVVENTURA DI GRUPPO.

Pino ha undici anni e un grande problema: è affetto da una malattia che lo rende fisicamente vulnerabile e lo costringe a vivere rinchiuso nella sua bella casa altoborghese. Dalla finestra della sua stanza Pino osserva un gruppetto di coetanei che si autodefiniscono gli Snerd, sogna di unirsi a loro, e nel frattempo ne disegna le immagini in forma di fumetto. Finché Mavi, la leader degli Snerd, non lo invita ad unirsi al gruppo e per il ragazzo inizia un’esplorazione del mondo esterno, con tutti i rischi e le opportunità che questo comporta. Ma una brusca svolta della storia lo porterà lontano dal gruppo, e gli Snerd dovranno fare tutto il possibile per ritrovarlo…

ROSA PIETRA STELLA Biglietto  € 4,90

Regia di Marcello Sannino, con Ivana Lotito, Ludovica Nasti, Imma Piro, Fabrizio Rongione. Genere Drammatico - Italia, 2019, durata 94′

UNA PICCOLA STORIA DI SOPRAVVIVENZA CHE SCOMMETTE SU UN RUVIDO RAPPORTO MADRE-FIGLIA.

Carmela ha trent’anni, bella e indomita come un’amazzone, cerca di trovare da sola il modo per tirare avanti, giorno per giorno, con mille lavori precari, finché non le capita l’occasione di fare affari con gli immigrati che popolano il dedalo di vicoli del centro antico di Napoli. Un girone infernale in cui pur di avere un permesso di soggiorno si è disposti a pagare per lavorare. Carmela ha una figlia di undici anni, Maria. Vivono insieme ad Anna, sua madre, a Portici, una cittadina sul mare nell’immediata provincia di Napoli. Il loro rapporto non è facile: Anna avrebbe voluto una vita più semplice e regolare per la figlia che invece sta commettendo i suoi stessi errori. Carmela, dal canto suo, è stata una sorella più che una madre per Maria che irrimediabilmente ne soffre ed è da tempo monitorata dai servizi sociali. Per Carmela è tempo ormai di assumersi le responsabilità di madre. Vuole conquistare la fiducia della figlia. Ci prova. Conosce Tarek, un quarantenne algerino che vive a Napoli da vent’anni. L’uomo prova attrazione per Carmela e tanta tenerezza. Questa fragile impalcatura sulla quale sta fondando la sua vita man mano si sgretola. Sullo sfondo una città-metafora della contemporaneità, multiculturale e polverosa, sensuale e squilibrata, con sporadici raggi di sole a coltivare le illusioni di ognuno. Un luogo in cui arrivare e mai più riuscire a ripartire.

NOTE DI REGIA:
Carmela usa le poche armi che ha a disposizione per la sua sopravvivenza. È quello che può fare in un mondo dove la lotta di classe è stata sostituita da una lotta interna tra coloro che vivono nella marginalità, nella clandestinità. Questo è l’ambito sociale e politico nel quale si svolge la storia – dichiara il regista Marcello Sannino, pluripremiato regista di documentari come Corde, La seconda natura, Porta Capuana tra gli altri, ora alla sua opera prima di finzione – Il punto è: parlare delle persone o dei problemi sociali? In realtà, secondo me, non esiste nessun problema sociale chiaramente delineato. I problemi sono tutti problemi umani. Certo, siamo nel pieno di una fase di decadenza, di ingiustizia sociale, di disumanizzazione, ma lo sappiamo tutti e non abbiamo più armi per difenderci. Quindi ripartiamo dalla persona, dalla gente coinvolta negli argomenti, spinta dalla necessità di sopravvivere e di cercare la vita. Aldilà della riflessione sul mondo, ciò che da sempre mi interessa nel mio lavoro, è la persona. In questo caso una donna, che ancora oggi, in quanto donna, ha troppo spesso una posizione marginale.

GUARDA IL TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=oj3GzGLg2c8